Come liberare spazio dal disco rigido del Mac

Forse non tutti sanno che il sistema operativo Mac OS X, essendo derivato da UNIX, incorpora moltissime lingue tra cui il norvegese, il ceceno, il cinese e molti altri idiomi che se non servono occupano solo spazio. Ma come fare ad elimire le lingue inutili?
Come sempre non preoccupatevi perchè sono qui per aiutarvi.
Esiste una bellissima applicazione free per Mac che permette di eliminare in modo sicuro, Monolingual. Fortunatamente non è difficile da usare e permette di risparmiare molto spazio, e l’ultima versione,  la 1.5.7, ora è completamente a 64bit garantendo quindi una maggiore velocità in fase di rimozione. Appena lanciato Monolingual ci presenta una finestra con tutte le lingue installate e che vogliamo rimuovere. MI RACCOMANDO oltre all’italiano lasciate anche l’inglese per evitare che alcuni programmi si possano bloccare poichè non sono localizzati; ricordatevi che per ripristinare una lingua si deve reinstallare il sistema operativo. Una volta terminata la selezione non dobbiamo fare altro che cliccare sul pulsante “Elimina” e attendere che Monolingual faccia le pulizie per noi. Come potete vedere dalla finestra dell’applicazione ho recuperato 3.7gb. Non male.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Monolingual permette anche di recuperare spazio eliminando codice inutile legato alle vecchie architettura tipo G3/G4 o PowerPc; eviterei personalmente questa operazione per evitare problemi. DiMonolingual esistono anche versioni compatibili per i sistemi operativi più vecchi.
 
Un altro semplice, ma semplice efficace consiglio che posso darvi, è quello di spulciare il contenuto della cartellaDownload ed eliminare tutto quello che non serve. Sicuramente sarà piena zeppa di cose che nemmeno sapevate di aver scaricato o delle quali non ricordate nemmeno l’utilizzo…
 
Un altro consiglio banale, ma sottovalutato è quello di cancellare le applicazioni inutili dal disco del Mac, ma attenzione a farlo nel modo corretto, poiché non tutte le app si eliminano semplicemente gettandole nel cestino; molte infatti installano “pezzi” un pò ovunque e conviene rimuovere tutto per evitare problemi. Anche in questo caso unautility free ci viene in aiuto e fa il lavoro sporco al nostro posto:AppCleaner.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Per disinstallare un applicazione che non utilizziamo più basta semplicemente lanciareAppCleaner e trascinare quello che vogliamo eliminare nelle finestra dell’applicazione. Come potete vedere oltre all’applicazione vengono anche eliminate le preferenze e le estensioni, se presenti, dal sistema. Se preferite è possibil selezionare direttamente le applicazioni dalla cartella Applicazioni, così come i Widgets che non vogliamo e i vari plugin. Anche di AppCleaner ne esistono due versioni, una per i sistemi operativi dal 10.4 in su, e la versione 2.1.0 per sistemi operativi da 10.6.6 in su, OS X 10.8 Mountain Lioncompreso.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ed ora dove possiamo ancora andare a scavare per recuperare spazio dal nostro disco rigido? Beh scavare è il termine più esatto in questo caso, piochè ci avarremo dei servizi di un applicazione che per l’appunto scava all’interno del nostro disco per trovare dove finisce lo spazio:DaisyDisk.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Questa piccola utility utilizza un sistema innovativo per visualizzare i risultati della scansione del disco rigido, molto piacevole e di sicuro effetto. Una volta lanciata DaisyDiskci permette di scansionare il disco rigido, oppure una cartella in particolare per trovare i GB di troppo; ad esempio io ho scoperto di aver ancora installati tutti loops audio di Logic, circa 26 gb. Non male come risparmio… Esiste anche un’altra app molto simile, WhatSize; entrambe le applicazioni sono disponibili dal Mac App Store.
 
Un altro posto dove si può provare a liberare dello spazio è dalla libreria di iTunes, infatti il player di Apple, se lo usate anche per sincronizzare iPhone,iPad e iPod touch, ha l’abitudine di fare una copia dei dati del dispositivo e di tenerla. Ovviamente tutto questo comporta un perdita di spazio. Ma vediamo come poter eliminare le copie di sicurezza che non ci servono più, magari perchè sono di un vecchio dispositivo. Per prima cosa si deve aprireiTunes, poi dal menù omonimo si deve selezionare la voce “Preferenze” e cliccare su “Dispositivi”. In questa finestra sono presenti tutti i backup dei devices che abbiamo sincronizzato, magari molti di questi oramai sostituiti, e possono essere presenti anche più versioni dello stesso backup. Quindi per liberare spazio non dovremo fare altro che selezionare il backup che non ci serve più e cancellarlo definitivamente. Grazie a questa semplice operazione ho recuperato circa 10 gb di spazio. Un altra opzione è quella di effettuare il backup in iCloud se lo spazio di 5gb ci è sufficiente, svincolando così il disco del Mac.
backup-itunes
 
Naturalmente in questa operazione occorre fare molta attenzione, onde evitare di cancellare tutti i backup dei dispositivi e quindi rimanere senza una copia di sicurezza: fortunatamente a lato del nome del backup viene messa anche la data di esecuzione in modo da poter eliminare le copie più vecchie.
Come avete visto è abbastanza semplice mantenere il disco rigido del nostro Mac in forma, snello e scattante ma soprattutto con dello spazio libero a disposizione. Per chi non desidera fare queste operazioni da solo ed singolarmente, esistono delle applicazioni di manutenzione per il Mac; a mio parere una delle migliori in commercio è CleanMyMac della MacPaw che avevo recensito tempo fa su queste pagine.

Assistenza Computer Rimini San MarinoACQUISTA SUBITO SUL NOSTRO SHOP ONLINE