Un Galaxy Note 9 prende fuoco. Samsung indaga sull' avvenimento

Intorno alla mezzanotte del 3 settembre, a soli dieci giorni dall'uscita dell'ultimo telefono di punta di Samsung, un Galaxy Note 9 ha preso fuoco. A raccontare la "traumatica" esperienza è stata la proprietaria, che ha sentito emettere dal dispositivo un suono sibilante e stridulo prima che fuoriuscisse un fumo denso dal terminale.

Durante l'accaduto la proprietari  si trovava da sola in un ascensore: il Galaxy Note 9 è diventato estremamente caldo e ha distrutto il contenuto della borsa in cui era riposto, causandoproblemi di visibilità e di respirazione nella cabina.

Casualmente un uomo che si trovava lì ha aiutato la donna a spegnere il "fuoco" afferrando il dispositivo con un panno e buttandolo in un secchio d'acqua non appena l'ascensore si è fermato.

La vicenda sembra un po' irreale: bisogna avere fortuna a trovare un secchio d'acqua fuori dall'ascensore e non ci sono testimoni tranne la donna, la quale ha prontamente denunciato Samsung per danni non specificati, richiedendo in cambio soldi e il ritiro dalla vendita di Galaxy Note9.

Visti i trascorsi di Samsung con la serie Galaxy Note non sarebbe saggio ignorare le segnalazioni di incidenti di questo tipo, soprattutto se si considerano le dimensioni della batteria in relazione al volume interno dello smartphone.

La società sta indagando sull'accaduto nonostante questa sia la prima lamentela ricevuta in relazione all'esplosione di un Galaxy Note 9; Samsung non vuole di certo replicare la brutta annata del 2016 con Galaxy Note 7 e probabilmente ha già intensificato i controlli sulla sicurezza dello smartphone prima di rilasciarlo sul mercato.

Assistenza Computer Rimini San MarinoACQUISTA SUBITO SUL NOSTRO SHOP ONLINE